LELLA COSTA: Ho sempre amato molto le mie pance,e l'incredibile,lussureggiante beatitudine dell'allattamento



S.M. FRASSA': LELLA COSTA LEI E' MAMMA DI TRE RAGAZZE … CI RACCONTI LE SUE GRAVIDANZE: PAURE ATTESE CURIOSITA'?
Credo di essere stata molto,molto fortunata: le mie tre gravidanze sono state felici,senza particolari problemi,a parte l'ansia sotterranea e costante che credo sia quasi fisiologica quando si affronta un'esperienza così cruciale e totalizzante. Ho avuto la fortuna di riuscire a lavorare fino all'ultimo,non ho mai "messo su" più di dieci chili né sofferto di particolari idiosincrasie alimentari.

S.M. FRASSA': ALLORA, NESSUNA NAUSEA?
In realtà al di là dei test dopo la prima volta capivo di essere incinta perché di colpo non riuscivo a sopportare di bere il tè : considerando che è la mia bevanda preferita ( il caffè non lo bevo, in nessuna forma) era sicuramente un sintomo inequivocabile. Che peraltro è sempre sparito dopo il fatidico primo trimestre,insieme alle nausee mattutine e a una sorta di narcolessia invincibile. Dal secondo trimestre fino ai parti  ( naturali,tutti e tre, e mai durati più di due ore: non sono mai neanche passata dalla sala travaglio, e questa sì che è una fortuna inaudita!) a ogni gravidanza ho vissuto un autentico periodo di grazia,sia fisica che psicologica.

S.M. FRASSA': Prendere chili, trasformarsi, COME HA VISSUTO I CAMBIAMENTI DEL SUO CORPO IN GRAVIDANZA?
Ho cercato di fare attenzione all'alimentazione e in generale a uno stile di vita sano: sicuramente il fatto di non fumare mi ha aiutata parecchio. La mia seconda figlia è nata il tre settembre, e fino a una settimana prima sono stata al mare; in giugno ci eravamo anche regalati un giro in barca a vela,bellissimo. Ho sempre amato molto le mie pance,e l'incredibile,lussureggiante beatitudine dell'allattamento.

S.M. FRASSA': COM'E' CAMBIATA LA SUA NUTRIZIONE IN GRAVIDANZA?
Non ricordo di avere avuto particolari "voglie", a parte un maggior consumo di latte e,alla fine della prima gravidanza,una passione smodata per la ricotta con zucchero e cacao che doveva avere una qualche valenza psicanalitica,visto che era il dolce che amavo di più da bambina.... L'attenzione che ho avuto nel nutrirmi bene durante le gravidanze ho cercato di trasferirla all'alimentazione delle mie bambine: le ho allattate al seno più che ho potuto,e grazie a una saggissima e amatissima pediatra ho seguito uno svezzamento estremamente lento e graduale,inserendo un alimento nuovo alla volta,senza fretta.

S.M. FRASSA': LA NUTRIZIONE E’ UNO DEI CAMPI PIU’ COMPLESSI DELLA RICERCA E PUO’ CONTRIBUIRE MOLTO ALLA SALUTE DEL NASCITURO.. COSA NE PENSA? LO SAPEVA?
Lo immaginavo perché una donna incinta percepisce l’importanza della nutrizione “sulla sua pelle”.   Credo che il lavoro di ricerca, soprattutto in un campo davvero fondamentale come questo,sia importantissimo, e confido che soprattutto i più giovani possano trovare la passione e soprattutto il sostegno necessari per dedicarvisi.
Noi di “ama nutri cresci” chiediamo sempre alle mamme che si raccontano di dare un consiglio alle altre mamme o “future” mamme. Lella Costa lei “da mamma a mamma” cosa consiglia?
A una futura mamma vorrei semplicemente consigliare di godersi fino in fondo questo periodo meraviglioso,ascoltandosi e volendosi bene: non credo possa esserci augurio migliore.

S.M. Frassà : grazie a Lella Costa